Ateliers

Lo scopo degli atelier è quello di generare una riflessione su alcuni temi che interessano l’insieme delle Scuole Pie.

  • Approfondire la dimensione calasanziana di ciascuno dei temi proposti.
  • Portare avanti una riflessione profonda e condivisa sul tema che corrisponde, generando piste di azione per l’Ordine.
  • Facilitare la creazione di una rete interna attorno al tema.
  • Elaborare un documento conclusivo che raccolga la sensibilità del gruppo e riassuma le piste di azione.

Il gruppo sarà diretto da due persone che, nei mesi che precedono il Congresso, faciliteranno una riflessione aperta con tutti coloro che desiderano partecipare utilizzando la rete Internet.
Il gruppo che si riunisce nel Congresso, dovrà elaborare un documento che orienti l’azione dopo il congresso.


1. Apprendimento cooperativo

Disegno e applicazione di  progetti di apprendimento interdisciplinari basati su  metodologie attive.
Ruolo del docente nell’apprendimento cooperativo.


2. Apprendimento servizio e volontariato partendo dalla scuola

Presentazione dell’ “Apprendimento Servizio”, metodologia di apprendimento utile per un progetto educativo scolopico.
Riflessione sul volontariato scolopico per rafforzarlo e ed estenderlo in tutto l’Ordine: identità, processi, tipi, formazione.


3. Gestione orientata verso l’innovazione

Criteri per rinnovare in base all’identità calasanziana.
Gestione del cambio pedagogico nei docenti.
Come organizzare un piano strategico orientato verso l’innovazione.


4. Selezione e formazione degli educatori secondo l’identità calasanziana

Processi di selezione e formazione iniziale di educatori in chiave scolopica.
Processi e contenuti di formazione continua dei nostri educatori lungo la vita di lavoro.


5. Leadership condivisa: corresponsabilità nella gestione scolastica

Criteri per costruire una leadership condivisa.
Organizzazione della scuola in modo più orizzontale.
Strumento di valutazione della qualità calasanziana.


6. Scuole a tempo pieno

Modello organizzativo di scuola a tempo pieno dove si integra nello stesso progetto educativo, l’educazione formale, la non formale e l’informale.
Lugar de la comunidad cristiana escolapia en el proyecto educativo de colegio.


7. L’interculturalità, contesto e sfida educativa

Criteri per organizzare una scuola dove ci sia una grande pluralità culturale e religiosa.
Attenzione alla diversità, strategie di apprendimento, iniziative di inclusione delle famiglie nella vita della scuola.


8. Centri di attenzione a persone vulnerabili

Criteri per costruire un progetto educativo di CENTRI con stile calasanziano.
Progetto educativo quadro dei Centri.


9. Il Centro di Educazione non formale

Elementi di un Progetto Educativo e modo di organizzazione di una piattaforma di educazione non formale.


10. Processi pastorali

La pastorale giovanile integrale e in processo.
Scopi, organizzazione e itinerari formativi del Movimento Calasanzio.


11. Formazione degli alunni e partecipazione nell’organizzazione e nelle decisioni della scuola.

Processi per facilitare il ruolo dei delegati, e renderli in grado di dinamizzare i processi democratici in classe.
Creazione di meccanismi di proposte e decisioni con la direzione della scuola.


12. Accompagnamento integrale

Condividere esperienze di accompagnamento che esistono già nei nostri collegi.
Elaborazione di una proposta di accompagnamento integrale (accademico, psicopedagogico, spirituale…) agli alunni.